Sei qui
Home > pensieri > Trieste, festeggiamenti per una repubblica estera

Trieste, festeggiamenti per una repubblica estera

Voce Libera

Il 2 giugno 1946 ,71 anni or sono, in Italia, si svolse il Referendum Istituzionale per la scelta della Monarchia o della Repubblica.
La convocazione dei comizi elettorali, avvenne tramite Decreto Luogotenenziale N.99 del 16 marzo 1946 ( ad oggi Vigente).
Il quale impedisce attualmente il voto nella “Venezia Giulia” e nella provincia di Bolzano a causa della situazione internazionale d’allora (ancora perdurante) e stabilisce testualmente:

“-I comizi elettorali sono convocati per il giorno 2 giugno 1946, per deliberare, mediante “referendum”, sulla forma istituzionale dello Stato e per eleggere i deputati all’Assemblea Costituente. . E’ fatta eccezione per il Collegio elettorale della Venezia Giulia e per la provincia di Bolzano, per i quali la convocazione dei comizi elettorali sarà disposta con successivi provvedimenti”.
Ad Oggi quel “sarà” non si è ancora realizzato (vedi foto).

Di fatto l’estensione della Costituzione Repubblicana italiana, non può avvenire per mancato esercizio della sovranità popolare da parte degli abitanti di Trieste.
Dunque, cosa festeggiano oggi i Giuliani ?

Una riflessione che un cittadino consapevole ed istruito dovrebbe fare.

Di seguito i risultati del Referendum del 2 Giugno 1946.
Ovviamente (in merito a quanto sopra) Trieste e Bolzano “non pervenute”

Top