Sei qui
Home > notizie > Sede Assemblea Popolare in Porto Vecchio: richiesta ignorata dal sindaco e provocatoriamente assegnata ad altri soggetti

Sede Assemblea Popolare in Porto Vecchio: richiesta ignorata dal sindaco e provocatoriamente assegnata ad altri soggetti

Il 26 Luglio 2017,la Popular Assembly Project (PAP) richiede al Sindaco di Trieste e al Commissario di Governo, le chiavi della centrale idrodinamica per insediare la sede dell’Assemblea Popolare, in ottemperanza del TDP del 1947 e della legge di ratifica 3054/ 1952 ripresa recentemente nel Decreto Attuativo a firma dei Ministri Delrio/Padoan

L’Art 18 all.VI sostiene quali siano i diritti dell’Assemblea Popolare (organo legiferante del Territorio Libero di Trieste)

Diritti dell’assemblea
L’Assemblea popolare avrà il diritto di procedere all’esame o alla discussione di qualsiasi questione concernente gli interessi del Territorio Libero.
Oggi, notiamo questo servizio sull’emittente italiana Rai 3 FVG, nel quale il sindaco Roberto Dipiazza, aliena parte del compendio Immobiliare del Porto Internazionale di Trieste, ignorando scientemente la richiesta inoltrata dalla nostra Associazione, temono un’evoluzione democratica di questo Territorio?

In ogni caso dei provvedimenti dovranno essere presi!

lettera richiesta sede Assemblea Popolare in Porto Vecchio a Trieste

Top