Sei qui
Home > notizie > La Previdenza sociale del TLT

La Previdenza sociale del TLT

lettera INPS inesigibilità

In data 16 novembre 2012, il presidente della Popular Assembly Project Vito Potenza scrisse una missiva all’INPS, al Ministero degli affari Esteri e all’Agenzia delle Entrate, contestando l’esigibilità della contribuzione previdenziale per la città di Trieste e richiedendo la costituzione di un fondo previdenziale Territoriale per poter versare i propri contributi ai sensi della Legge 3054/ 1952.
La risposta pervenuta dall’INPS in data 3 settembre 2013 rigettava l’istanza, sostenendo che: “il Memorandum di Londra e il Trattato di Osimo hanno disciplinato il passaggio della Città di Trieste,(zona A) all’“AMMINISTRAZIONE ITALIANA”.
L’istituto di previdenza italiano, continua ad esigere i contributi obbligatori nel Territorio Libero di Trieste.
La pretesa dell’I.N.P.S. è palesemente nulla ed illegittima in quanto totalmente viziata sotto vari profili di natura sostanziale e giuridica, per questo la Pap ha deciso di aprire un contenzioso con L’INPS d’innanzi al giudice del lavoro per richiedere quanto segue:
b- La costituzione di un fondo patrimoniale previdenziale sociale destinato in via esclusiva ai cittadini del Territorio Libero di Trieste e il trasferimento nel medesimo di tutti i fondi versati sin ora dai contribuenti del TLT nell’ INPS.
c- apertura procedimento penale nei confronti del direttore dell’INPS Franco Russo, per aver violato legge n.3054/1952 e artt.28 e 54 della Costituzione italiana. Con riserva di costituzione parte civile del ricorrente.
d- Di sospendere l’esecuzione di Avviso d’addebito.

In via subordine, liquidare al ricorrente in un’unica soluzione tutti i contributi previdenziali sin ora versati e esonerarlo da futuri versamenti.

Facendo ciò inizieremo a Percorrere tutti i gradi interni necessari per poter approdare ai tribunali internazionali.

La prima udienza si terrà il 9 Gennaio 2018.
In questa occasione la cittadinanza e invitata a partecipare.

ricorso magistratura del lavoro

controversie di lavoro

Libero previdenza rottame

Top